Ritirata dal mercato caciotta di pecora Frischkäse per salmonella

Richiamo alimentare per caciotta di pecora Frischkäse, sarebbe contaminata dal batterio della salmonella. Presente solo a Bolzano e provincia

Ritirata dal mercato caciotta di pecora Frischkäse per salmonella, lo comunica il ministero della salute con nota del 24 maggio 2015 in cui si precisa che il formaggio è stato commercializzato esclusivamente in provincia di Bolzano. Pertanto, i consumatori di quella specifica area geografica devono prestare la massima attenzione all’alimento tossico. Il dicastero della salute ha codificato il formaggio a rischio microbiologico pertanto il rischio per la salute è serio e tale da richiedere il richiamo.

Nello specifico si tratta di  caciotta di pecora Frischkäse prodotta da Michael Oberhollenzer Moserhof  – Valle Aurina 39030 Oberdorf 19. Il lotto contaminato è il n. 03/05/2018, confezionato il 07/05/2018 avente scadenza 6 giugno 2018. Si presenta in forme da ca 190 gr. Al campionamento è stata rinvenuta la presenza di salmonella pertanto il formaggio è stato richiamato dal produttore.

Il salume indicato è distribuito localmente pertanto è più semplice reperire le confezioni a rischio. I consumatori della zona di Bolzano sono invitati a prestare attenzione all’alimento segnalato. Nel caso l’avessero acquistato sono invitati a non consumarlo e a restituirlo al punto vendita.

Caciotta di pecora Frischkäse contaminata da salmonella: i pericoli per la salute

Il batterio della salmonella presente nella Caciotta di pecora Frischkäse segnalata può causare la salmonellosi. Tale patologia si manifesta in sintomi di natura gastrointestinale: nausea, vomito, diarrea. La sintomatologia compare dopo 12/36 ore dall’ingestione degli alimenti contaminati e si protrae per 4-7 giorni. Solitamente la malattia ha un decorso benigno ma nei casi in cui colpisce persone immunodepresse può portare a serie complicanze. .


Post navigation