Ostriche dalla Francia ritirate dal mercato per rischio microbiologico

Ostriche dalla Francia ritirate dal mercato per rischio microbiologico

Sarebbero contaminate da norovirus genogruppo GI le ostriche provenienti dalla Francia ritirate dal mercato. Il severo provvedimento è stato disposto dal ministero della salute con nota del 10 aprile 2018 e pubblicata oggi. Il motivo del richiamo segnalato dalle autorità sanitarie è: rischio microbiologico.

Il prodotto contaminato è distribuito dall’azienda Gisa srl, Via Colle Cocchino – 00042 Anzio (RM). Il lotto di ostriche infette e richiamate dal mercato è contrassegnato dalla sigla GTO 4024 mentre il codice del rivenditore è IT 2217 CE.

Si presentano in cassette da 3 kg e, per il tipo di confezionamento, si presume siano distribuite all’ingrosso verso i dettaglianti, come le pescherie o i supermercati che smerciano prodotti ittici al minuto. A queste categorie di distributori è chiesto, in particolar modo, di essere attenti alla segnalazione ministeriale così da tutelare la loro clientela.

I consumatori, dal canto loro, sono invitati a richiedere ai venditori dettagli circa le ostriche che intendono acquistare. In questo modo possono assicurarsi che non appartengano al lotto segnalato come a rischio microbiologico per la presenza di Norovirus genogruppo GI. Nel caso di acquisto, come si legge nel comunicato ministeriale, i consumatori debbono riconsegnarle al punto vendita.

I rischi per la salute all’assunzione dei molluschi contaminati con Norovirus genogruppo GI è di contrarre una forte gastroenterite. L’infezione si manifesta dopo circa 12 – 48 ore dal contatto con il virus e si risolve spontaneamente dopo 12 – 60 ore.

Si segnala un caso simile riguardante vongole vive contaminate con salmonella enterica dalla Francia. Anche in quella circostanza fu applicato il ritiro dal mercato dei molluschi.


Post navigation