Naturasì, set pranzo ritirato dal commercio: non idoneo per gli alimenti

Set pranzo bambu’ azzurro – 3 pz composto da due piatti, un bicchiere e due posate. Non idoneo al contatto con gli alimenti, con questa ambigua dicitura Naturasì invita i propri clienti a restituire la confezione presso il punto d’acquisto. Il prodotto ritirato dal commercio verrà rimborsato al momento della restituzione.

Naturasì, set pranzo ritirato dal commercio: non idoneo per gli alimenti

Nella nota di richiamo dell’11 giugno 2018 si legge: motivo del richiamo: non idoneità al contatto con alimenti. Tale dicitura, molto generica, lascia presumere che al contatto con il cibo, le stoviglie potrebbero rilasciare sostanze che contaminerebbero quanto contenuto nei piatti. Tale processo, tecnicamente viene denominato “migrazione” di residui provenienti dal prodotto utilizzato, ipotesi non confermata nel documento di richiamo. Recentemente si è avuta una vicenda simile riguardante piatti in plastica.

Naturasì, nel comunicato aggiunge che “si invitano i consumatori che hanno acquistato il set di piatti, bicchiere e stoviglie Bambù azzurro di cui trovate sopra la foto a riportare tutti i pezzi al proprio negoziante che provvederà a rimborsarli oltre che a chiarire eventuali dubbi”.

Il set di piatti dovrebbe essere fabbricato da: G. Wurm GmbH + Co. KG Wikingerstrasse 69, 51107 Köln Rath-Heumar (Germania). E’ facilmente individuabile se osservato nelle foto allegate alla nota di richiamo e pubblicate in articolo.

Dalle immagini, si evince chiaramente che si tratta di un articolo orientato ai bambini la cui salute deve essere assicurata e tutelata con rigore. L’invito ai consumatori è di rispettare l’invito a non utilizzare il prodotto e riportarlo presso il punto di acquisto dove le spiegazioni sono doverose.

Si ritiene sottolineare che, per la tutela e la tranquillità dei consumatori, il motivo per il quale il set pranzo bambu’ azzurro – 3 pz non è idoneo al contatto con alimenti dovrebbe essere reso noto a prescindere, e non solo se restituito. La trasparenza, in materia di salute pubblica e in particolare quando si tratta di bambini, è l’obiettivo primario da tenere in considerazione.


Post navigation