Il Lupo mannaro nella storia del 500

Il lupo mannaro ha una storia e un significato, è anche una sindrome clinica chiamata  licantropia.

 

 

La figura del lupo mannaro è stata esaltata da numerosi film di genere horror, per questo molti considerano i licantropi delle figure immaginarie. In realtà il lupo mannaro è storia che si e configurata nella realtà, quando è stata codificata la malattia della licantropia.

Prima di allora, il lupo mannaro nella storia è stato considerato un essere malvagio e con poteri soprannaturali che da uomo si trasformava in lupo per aggredire e brutalizzare e mangiare le sue vittime. Episodi del genere sono accaduti in passato tanto che nel tempo, la storia dei lupo mannaro si è diffusa come leggenda.

Una leggenda spesso usata nel passato per spaventare i singoli o le popolazioni che vivevano un’arretratezza culturale tale da indurle a credere che i lupi mannari esistessero e “che mangiassero i bambini e i passanti”.  La verità è che esiste una malattia psichiatrica, chiamata licantropia, che può giustificare episodi reali del passato attribuiti ai lupi mannari.

Potrebbe interessarti: Gilles de Montmorency, il serial killer occultista del XV secolo

I lupi mannari nella storia del 500 in Francia

Una memorabile episodio riguardante un lupo mannaro nella storia avvenne nel 1521. Un uomo subì un’aggressione per le strade di Poligny, in Francia, da quello che appariva essere un licantropo. La vittima riuscì a liberarsi dalla presa e a ferire l’aggressore ma, dopo essersi allontanato dal luogo della violenza, mentre si incamminava verso casa incontrò un uomo che mostrava una ferita corrispondente a quella inflitta al lupo poco prima. La denuncia dell’episodio portò all’arresto di Michel Vurden, il quale confessò di aver ucciso e mangiato altre vittime… essendo egli un licantropo.

lupo mannaro nella storia del 500

Rimaniamo nel XVI secolo in Francia, dove l’eremita Giles Garnier decise di sposarsi nonostante conducesse una vita in completa solitudine ai margini della società. Non avendo alcuna familiarità con gli aspetti fondamentali della vita sociale – tra cui il lavoro – Garnier decise di procurare cibo alla consorte trasformandosi in lupo mannaro. Le prede preferite dall’uomo erano i bambini, che presto cominciarono a sparire nel nulla. Accusato dalla comunità, l’uomo venne condannato per atti di licantropia e bruciato al rogo.

Sempre nel XVI secolo, a Chalons, un sarto venne accusato e poi condannato di cannibalismo nei confronti di bambini. Quando non riusciva a portarli con una scusa nella sua abitazione, l’artigiano si travestiva da lupo mannaro e andava a cercarli in piena notte, per ucciderli e mangiarli.

I lupi mannari nella storia del 500 in Germania

Nella vicina Germania un altra singolare storia di lupi mannari. Siamo nel 1589, un uomo venne arrestato e – dopo una serie di atroci torture – confessò finalmente di avere ucciso bambini (figli compresi) e donne incinte nel villaggio di Bedburg. Pete Stubbe raccontò inoltre di aver commesso i suddetti crimini nel corso delle sue fasi da lupo mannaro. Il serial killer fu decapitato e la sua testa appesa ad un palo.

Fonte di ispirazione: lanonaporta.net


Post navigation