@treminuti > Storia > Curiosità della storia > La donazione di Costantino, la fake news più grande della storia

La donazione di Costantino, la fake news più grande della storia

La donazione di costantino la fake news più grande della storia

Molti pensano che le notizie false siano un’invenzione dei tempi moderni. In realtà la fake news più grande della storia risale a tredici secoli fa. È la donazione di Costantino. O meglio la falsa donazione, perché di questo si tratta, di una menzogna creata ad arte per scopi politici. Come nel caso delle bufale attuali, con le quali si tenta di influenzare l’andamento dei governi e di spostare l’opinione della gente.

Se nei tempi moderni le fake news sono prevalentemente legate al mondo digitale, in tempi andati erano o dei falsi documenti oppure delle storie inventate ad arte che giravano di bocca in bocca. In entrambi i casi con lo stesso obiettivo: fare disinformazione e influenzare la politica. La differenza tra le fake news di ieri e quelle attuali è che oggi è più facile smentirle. La velocità con la quale vengono diffuse è la stessa con la quale vengono smascherate. Ciò non è stato per il falso costantiniano i cui effetti son perdurati per molto e, se vogliamo, sono ancora tangibili

La falsa donazione di Costantino è un documento creato ad hoc intorno all’VIII secolo.  Ebbe importanti effetti e non fu facile smentirla, tutt’altro. L’opinione comune è che si tratti della fake news più importante della storia perché i suoi esiti, in parte, sono ancora palpabili.

La donazione di Costantino: i contenuti

L’imperatore Costantino, guarito per intercessione di papa Silvestro I dalla lebbra, volle ringraziare il pontefice. Nel 315 scrisse quindi la donazione con la quale fece cessare le persecuzioni dei cristiani, istituzionalizzò il cristianesimo come religione di stato e assicurò, per il successore di Pietro, il primato di vescovo di tutta la cristianità. Gli donò la giurisdizione su Roma, sull’Italia e su tutto l’impero romano d’occidente. In pratica diede inizio al potere temporale della chiesa. E non solo, decretò la superiorità del potere papale su quello imperiale.  Affermò quindi la volontà del Pontefice come fonte essenziale di legittimità e di diritto.

In base a tutte queste attribuzioni Santa Romana Chiesa, a partire dalla comparsa della fake news più grande della storia, cioè la falsa donazione costantiniana (VIII D.C.), dispose per sé diversi benefici. Vantò ed ottenne mire territoriali e legittimò dei sovrani che grati, in più riprese, la salvarono militarmente. Inoltre influenzò, a volte riuscendo a volte no, la politica di mezza mondo. Con la falsa donazione di Costantino il Papa, per diversi secoli, fu il personaggio storico più influente, politicamente e territorialmente, del pianeta. E non certo per intercessione divina ma per il falso documento.

La falsa donazione di Costantino smascherata

Era l’anno 1433 quando il teologo Niccolò da Cusa mise in dubbio la donazione di Costantino. La sua tesi fu però contestata e smentita a causa della sua acerrima avversità verso Papa Eugenio IV. Avversità ritenuta come motivo di pregiudizio verso la donazione di Costantino.

La donazione di costantino la fake news più grande della storia

Solo nel 1440 l’umanista Lorenzo Valla dimostrò inequivocabilmente, con argomentazioni scientifiche di natura storica e filologica, che la donazione di Costantino era un falso. Lo fece pubblicando un libro dal titolo “De falso credita et ementita Constantini donatione” che subito fu messo nell’indice dei libri proibiti dalla chiesa. Il suo volume e le sue tesi però continuarono a circolare nel nord Europa negli ambienti protestanti Luterani.

Da parte sua, la Chiesa Romana non ha mai smentito apertamente gli effetti della falsa donazione di Costantino. Se vogliamo, il fazzoletto di terra all’interno dell’urbe romana, denominato Stato Città Vaticano, dal punto di vista temporale resta una monarchia assoluta sotto il dominio papale.

Un insegnamento questa vicenda lo detta: non è importante se una notizia è vera o falsa, l’importante e che ad una fake news ci si creda. Sulla base di questo insegnamento le menzogne create ad arte continuano a spopolare nella politica e in ogni ambito sociale.

Lettura suggerita:

la falsa donazione di costantinoGiovanni Vian (Autore): La donazione di Costantino

La donazione di Costantino è uno dei falsi più famosi della storia occidentale. Il testo, composto tra l’VIII e il IX secolo d.C., si presenta come l’atto con cui l’imperatore avrebbe concesso al papa Silvestro e ai suoi successori poteri e beni in Oriente, ma soprattutto in Occidente, un atto che avrebbe poi consentito la nascita di quello che per secoli sarebbe stato lo Stato della Chiesa. Invocata dai papi e avversata da molti fin dall’XI secolo, la donazione fu dimostrata definitivamente falsa nel XV secolo da Lorenzo Valla. Una questione che ha nei secoli successivi innescato il dibattito sul potere temporale dei papi, sui rapporti fra religione e politica, chiarendo molti aspetti dell’identità del paese che ospita il ‘romano pontefice’.….