@treminuti > Storia > Curiosità della storia > Festa della donna: perché la si festeggia l’8 marzo?

Festa della donna: perché la si festeggia l’8 marzo?

Festa della donna: perché si festeggia l'8 marzo?
Festa della donna: perché si festeggia l’8 marzo?

L’8 marzo è il  giorno universalmente deputato a festeggiare il gentil sesso. Divenuta ormai una tradizione consolidata viene da chiedersi: perché la festa della donna si festeggia l’8 marzo? Quali sono le origini della festa della donna?

Questa celebrazione è stata riconosciuta dalle Nazioni Unite già nel 1975. Due anni dopo, il 16 dicembre 1977, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò una risoluzione proclamando una Giornata delle Nazioni Unite per i diritti della donna e la pace internazionale, a riconoscimento del ruolo della donna negli sforzi di pace e di porre fine ad ogni tipo di discriminazione. Si decise che l’8 marzo fosse la data ufficiale in quanto già in altri paesi era stata adottata. Pertanto, già prima di allora, la storia ricorda dei fatti che portarono all’emancipazione femminile.

Festa della donna: perché si festeggia l’8 marzo?

La storia della festa della donna viene fatta risalire a due eventi del passato. La data dell’8 marzo viene fatta risalire a due avvenimenti storici molto importanti per le donne. Nel 1908  un gruppo di operaie di una industria tessile di New York  scioperò contro le terribili condizioni in cui si trovava a lavorare. La protesta andò avanti per giorni, fino a quando i proprietari dell’azienda bloccarono le uscite della fabbrica, impedendo alle operaie di uscire. Scoppiò un incendio e 129 di loro morirono. Era proprio  l’8 marzo.

Il secondo evento è legato alla Rivoluzione di febbraio in Russia  durante la Prima Guerra Mondiale. Nella giornata dell’ 8 marzo 1917 , oltre a tutti gli uomini in rivolta contro il regime degli zar, anche molte operaie russe scesero in strada a protestare. Per questo motivo questa data viene ricordata come determinante per la storia del genere femminile.

Quale sia dei due l’evento fondante di questa data ciò che è importante è che l’8 marzo si ricordano le conquiste sociali e politiche delle donne, la lotta contro le discriminazioni e le violenze. Ogni anno, durante questa ricorrenza è importante continuare a  riflettere sulle condizioni di lavoro delle donne e le diseguaglianze tra uomo e donna che tuttora sussistono.