@treminuti > Salute e benessere > I richiami alimentari del 2018 > Farina contenente soia non dichiarata ritirata dal mercato

Farina contenente soia non dichiarata ritirata dal mercato

L’allergene non è stato dichiarato in etichetta, se consumato da persone allergiche alla soia possono incorrere in seri problemi di salute
Farina contenente soia non dichiarata ritirata dal mercato

Presenza di soia non dichiarato in etichetta, questa è la causa del richiamo della Farina Dolce Soffice a marchio Molini Spigadoro. Il ministero della salute ha comunicato il problema con nota del 23 dicembre 2018. Il prodotto è stato ritirato dal mercato anche se i consumatori non allergici alla soia possono comunque consumarlo senza conseguenze per la salute.

Per coloro che soffrono di allergia alla soia il rischio per la salute è serio. Sono quindi invitati a prestare attenzione all’alimento segnalato identificabile con numero di lotto 31800714 e scadenza 19/07/2019. Nel dettaglio si tratta di mix di farina tipo 1 e germe di grano in confezione da 1 kg. prodotto da Molini Spigadoro – via 4 Novembre 2/4, a Bastia Umbra, in provincia di Perugia.

I consumatori sensibili all’allergene soia, nel caso avessero acquistato il prodotto, sono invitati a restituirlo presso il punto vendita. Nell’avviso del ministero della salute viene richiesto il ritiro dal mercato della farina pericolosa in particolare ai Grandi Magazzini Fioroni. I clienti di tale catena alimentare devono prestare maggior attenzione.

Potrebbe interessarti: Ritirato preparato per torta margherita EasyGlut per allergene non dichiarato

Farina contenente soia non dichiarata ritirata dal mercato: i rischi per la salute

Le persone allergiche alla soia che consumassero la Farina Dolce Soffice a marchio Molini Spigadoro segnalata possono incorrere in crisi allergiche. Nei casi meno gravi i sintomi vanno dalla nausea al vomito, fino ad eruzioni cutanee e difficoltà respiratorie. In caso di shock anafilattico si può giungere a più gravi conseguenze per la salute.

I consumatori che hanno la consapevolezza di essere allergici alla soia sono tenuti a prestare le dovute attenzioni all’alimento segnalato a tutela della loro salute.