@treminuti > Salute e benessere > Immunoterapia oncologica > Effetti collaterali dell’immunoterapia oncologica

Effetti collaterali dell’immunoterapia oncologica

Come ogni attività terapeutica anche l’immunoterapia oncologica provoca degli effetti collaterali. Di sicuro sono minori rispetto ai benefici. In ogni caso vanno valutati. Considerando le conseguenze sgradite che accadono con altre terapie antineoplastiche, gli effetti collaterali dell’immunoterapia sono obiettivamente più leggeri.

effetti collaterali dell'immunoterapia oncologicaPrima di illustrare quali sono gli eventi avversi dell’immuno-oncologia sono opportune delle precisazioni. Gli effetti collaterali sono un riflesso del processo d’azione di ogni cura che si effettua. Derivano sia dai meccanismi terapeutici che dalla chimica dei farmaci utilizzati.

Gli effetti collaterali più comuni dell’immunoterapia oncologica scaturiscono dal particolare modo di agire di questa pratica terapeutica. Un utile articolo sull’argomento: Come funziona l’immunoterapia oncologica

Potrebbe interessarti: Immunoterapia oncologica al Bambin Gesù di Roma

Effetti collaterali dell’immuno oncologia

L’immunoterapia oncologica agisce lanciando un attacco al tumore attraverso il potenziamento delle difese immunitarie. Questo meccanismo può causare un aumento delle cellule immunologiche anche in altre parti del corpo in cui non sono necessarie. Inoltre vanno aggiunte anche le reazioni organiche dovute ai farmaci. Tutto ciò provoca delle conseguenze al fisico umano, che poi sono gli effetti collaterali dell’immunologia oncologica. Tra i più comuni si notano:

Temporaneo effetto infiammatorio su tessuti sani, in particolare intestino e cute. Conseguentemente si possono manifestare casi di diarrea, prurito e dermatiti.

  • Sensazione di stanchezza e astenia in percentuali variabili rispetto ai tipi di farmaci che vengono somministrati;
  • Secchezza delle mucose e degli occhi, raramente infiammazioni alla gola;
  • Tossicità renale e/o polmonare;
  • Sofferenza neuropatica periferica.

Gli effetti collaterali descritti sono, per la maggior parte, di natura infiammatoria. Alla lettura, risultano più lievi se confrontati alle conseguenze indesiderate derivate da altre terapie antitumorali. Vanno valutati in termini di costo/benefici insieme all’oncologo di riferimento.

Questo articolo non sostituisce il medico ma ha solo lo scopo di informare sull’argomento.