Differenza tra anoressia e bulimia: riconoscerle per intervenire

differenza tra anoressia e bulimia

C’è una sostanziale differenza tra anoressia e bulimia, patologie che in pochi anni hanno censito un importante incremento di casi. Classificati come disturbi del comportamento alimentare (DCA), tali patologie hanno importanti conseguenze su coloro che ne soffrono. Si tratta di “malattie” che hanno sintomi molto simili, essendo entrambe caratterizzate dal rifiuto del cibo. L’obiettivo di chi soffre di DCA è l’estremo dimagrimento dovuto alla non accettazione del proprio corpo.

Non c’è bisogno di avere particolari cognizioni mediche per capire se ci si trova di fronte a un caso di anoressia o di bulimia. La tempestività di intervento nei disturbi del comportamento alimentare è di fondamentale importanza. Il motivo è che possono causare di patologie  molto gravi, riconducibili alle conseguenze della malnutrizione.

Fondamentalmente, l’osservazione critica è la chiave per comprendere la differenza tra anoressia e bulimia, così da farsi un’idea sulla prima linea di intervento da adottare. Di estrema importanza, nei casi di disturbi del comportamento alimentare, è correre ai ripari prima che si cronicizzino.

Naturalmente, è possibile dimagrire in modo equilibrato e bilanciato, così da raggiungere un corpo armonioso senza andare incontro a disordini alimentari: puoi trovare alcuni consigli su pilloledimagranti.net .

Potrebbe interessarti: I segnali per riconoscere l’anoressia

Differenza tra anoressia e bulimia

Come accennato, è possibile capire la differenza tra anoressia e bulimia attraverso l’osservazione del soggetto che soffre di uno di questi disordini alimentari. In entrami i casi, il rifiuto del cibo per arrivare all’estremo dimagrimento è l’elemento in comune. Per capire la distinzione tra le due patologie è importante considerarne la definizione puntuale.

differenza tra anoressia e bulimia

Cos’è l’anoressia

Cos’è l’anoressia? In sintesi è il rifiuto di ingrassare, tale atteggiamento può essere di origine nervosa. Le persone che soffrono di anoressia scelgono di non mangiare nonostante la fame. In questa maniera dimagriscono in modo eccessivo. Ciò nonostante spesso sono convinte si essere in sovrappeso. Alla base dell’anoressia c’è una psicopatologia che va indagata e curata per poi intervenire sull’aspetto alimentare della persona anoressica.

Cos’è la bulimia

Cos’è la bulimia? Anche tale disturbo può essere di origine nervosa e si manifesta con il rifiuto di ingrassare. Rispetto alla persona anoressica cambia la modalità per raggiungere il dimagrimento. Colui che soffre di bulimia mangia a dismisura per poi indurre l’evacuazione forzata del cibo ingerito. Generalmente, ciò avviene in un arco di tempo molto stretto attraverso il vomito forzato. Anche per la bulimia alla base c’è una psicopatologia.

 


Post navigation