@treminuti > Tecnologia e scienze > Informatica e telefonia > Deep web: cos’è la rete nascosta di siti illegali

Deep web: cos’è la rete nascosta di siti illegali

Deep web: lo spazio dei siti e dei link illegali

Cos’è il deep web: la rete nascosta di siti illegali

Jamie Bartlett è considerato fra i maggiori esperti mondiali del deep web e dei siti e dei link che lo compongono. Durante le sue conferenze, quando gli viene chiesto cos’è il deep web lo definisce “il posto dove andare per chiunque abbia qualcosa da nascondere”. In realtà è proprio così, è una rete nascosta, conosciuta anche come darknet oppure dark web, dove navigano solo coloro che sono in grado di usare degli accorgimenti per frequentarla. Naturalmente, contiene molti siti di attività illegali di ogni tipo.

Peraltro, non è neanche tecnicamente difficoltoso immergersi in questo territorio oscuro. La maniera più immediata per navigare nel deep web è scaricare un browser, chiamato “Tor Browser”, facilmente reperibile attraverso una ricerca standard sulla rete “internet ufficiale”.

Potrebbe interessarti: Come scoprire una fake news

Il nome stesso, deep web, evoca qualche cosa di profondo, di occulto e di nascosto. Ciò incuriosisce e porta l’utente ordinario di internet a cercare di capire meglio cos’è il deep web. Si tratta di una rete composta da siti e link celati i cui contenuti non sono ricercabili con Google, Bing o simili. Solo attraverso dei motori di ricerca particolari e dei software specifici si può esplorare il deep web.

Deep web cos’è? La marina USA e il progetto TOR

Il web parallelo nasce dalla necessità della marina statunitense di creare una rete protetta. Avviò quindi, nel 1994, il progetto TOR, acronimo di “The Onion Router” (progetto cipolla).
Si trattava di un browser su cui veicolare le informazioni riservate proteggendole attraverso la criptografia dei dati e degli indirizzi IP degli utenti. In questo modo veniva garantito, a tutto tondo, il pieno anonimato.

Per perfezionare il sistema TOR la marina USA pensò di rendere il progetto open source. Così fece, e da quel momento nacque il deep web. Si sviluppò subito fino a divenire l’attuale territorio di nessuno dove si possono trovare link e siti con attività di ogni genere. Dalla vendita di documenti falsi alle armi, dalla droga alla pedopornografia. Il funzionamento tecnico del deep web, dal progetto originale pensato dalla marina usa all’attuale forma, sostanzialmente è rimasto lo stesso.

Cos’è il deep web: il contenuto della rete nascosta

Molti, quando spiegano cos’è il deep web lo definiscono una rete parallela alla web tradizionale. In realtà è così. Essendo un territorio sotterraneo, esplorabile solo attraverso delle tecniche di navigazione particolari, contiene ed è popolato da siti riconducibili ad ogni sorta di attività illecita immaginabile. Inoltre, ogni transazione effettuata sul deep web avviene in modo anonimo per gli utenti.

Anche gli scambi in denaro, nelle quali si utilizza la moneta virtuale bitcoin, sono protetti dall’essere tracciati e individuati. Tutto accade in forma nascosta e la parola d’ordine è: la tutela dell’anonimato.

Con questa invocazione nel 2003 il deep web ebbe l’apice della notorietà, quando Edward Snowden fece le rivelazioni sui programmi di sorveglianza dell’agenzia di spionaggio NSA. Con la scusa di proteggere la propria privacy dagli occhi e dalle orecchie degli 007 gli internauti si gettarono nel deep web, che crebbe esponenzialmente.

Deep web: più della metà dei siti e dei link è illegale

Nel 2000 l’agenzia Bright Plane fece uno studio sull’argomento, i risultati furono sconcertanti. Il web parallelo conteneva 550 miliardi di documenti contro i 2 miliardi di Google. Un’altra ricerca condotta dagli studiosi del King’s College di Londra ha dimostrato che il 57% delle attività svolte nel deep web sono illecite. I ricercatori stessi hanno poi ammesso di non aver controllato tutto il materiale disponibile sul deep web a causa del modo in cui è costruito il sistema.

Bestseller No. 1
Hacklog Volume 1 Anonimato: Manuale sulla Sicurezza Informatica e Hacking Etico
70 Recensioni
Bestseller No. 2
DEEP WEB - COME VENDERE E ACQUISTARE NEL LATO OSCURO DELLA RETE: QUELLO CHE SOLO IN POCHI POTRANNO DIRTI
16 Recensioni
OffertaBestseller No. 3
Deep web. La rete oltre Google. Personaggi, storie, luoghi dell'internet profonda
40 Recensioni
Deep web. La rete oltre Google. Personaggi, storie, luoghi dell'internet profonda
  • Carola Frediani
  • Editore: Stampa Alternativa
  • Copertina flessibile: 192 pagine