@treminuti > Storia > Fatti ed eventi storici > Chi ha tradito Anna Frank? Nuove indagini con l’intelligenza artificiale

Chi ha tradito Anna Frank? Nuove indagini con l’intelligenza artificiale

chi ha tradito anna frank

 

Dopo quasi 80 anni non è ancora noto il nome di chi ha tradito Anna Frank. La storia della giovane ebrea è commovente. Dopo essere rimasta nascosta per due anni, il 4 agosto del 1944 Anna Frank fu arrestata della Gestapo. La polizia nazista ebbe una soffiata. Insieme a lei, finirono in manette tutta la famiglia ed altri ebrei. Erano otto in tutto e si nascondevano in un magazzino di Amsterdam.

Deportata nei campi di concentramento morì nell’agosto del 1945 a Bergen-Belsen. Aveva 15 anni. Non si seppe mai chi tradì Anna Frank.

Lasciò uno scritto sugli anni di clandestinità diventato il simbolo della Shoah. Pubblicato in 67 lingue con oltre 31 milioni di copie vendute, nel 2009 l’UNESCO ha inserito il Diario di Anna Frank nell’Elenco delle Memorie del mondo. Grazie alle sue memorie la storia di Anna Frank è universalmente nota, tuttavia non è ancora stato dato un nome alla persona che l’ha tradita. Il tempo, di sicuro non aiuta.

Il padre della piccola ebrea, Otto Frank, sopravvissuto alla Shoah, per anni ha cercato di scoprire chi tradì la figlia. Insieme a lui storici e ricercatori indagarono per molto tempo.

Potrebbe interessarti: Stanislav Petrov – l’eroe che salvò il mondo dalla terza guerra mondiale

E su chi ha tradito Anna Frank diverse furono le ipotesi formulate, ma nessuno seppe mai sciogliere il nodo.

Chi ha tradito Anna Frank: le nuove indagini con l’intelligenza artificiale

]Un nuovo team di investigatori cercherà di svelare il mistero attraverso le nuove tecniche investigative affinate negli ultimi 10 anni. Nel gruppo, anche un super computer con programmi di intelligenza artificiale.

chi ha tradito anna frankVince Pankoke, agente FBI in pensione, ha riunito esperti in varie discipline per portare nuove prospettive alla ricerca su chi ha tradito Anna Frank. Storici, investigatori, criminologi, giornalisti e informatici fanno parte dell’equipe che cercherà di risolvere il mistero. L’obiettivo di Vince Pankoke e di scrivere l’epilogo del diario con il nome di chi ha tradito Anna Frank.

Per raggiungere lo scopo utilizzerà anche un supercomputer prodotto da Xomnia. Dovrà analizzare e comparare le migliaia di documenti già in possesso della storia e gli altri che andranno a formarsi. Report di polizia, file riguardanti gli amici della famiglia Frank, liste di spie naziste tutte notizie che confluiranno nell’elaboratore per essere esaminate.

I risultati verranno poi studiati dagli esperti umani per cercare di dare un nome alla spia che tradì Anna Frank.

La casa-museo Anna Frank sponsorizza il progetto, ed è stata aperta una raccolta fondi per chiunque voglia contribuire. Anche chi è in possesso di informazioni o documenti utili all’indagine può intervenire attraverso il sito creato allo scopo.

Letture suggerite:

Offerta
Diario
106 Recensioni
Diario
Il Diario della ragazzina ebrea che a tredici anni racconta gli orrori del Nazismo torna in una nuova edizione integrale, curata da Otto Frank e Mirjam Pressler, e nella versione italiana da Frediano Sessi, con la traduzione di Laura Pignatti e la prefazione dell'edizione del 1964 di Natalia Ginzburg...