Acqua San Benedetto Fonte Primavera ritirata dal mercato per presenza di idrocarburi

acqua san benedetto fonte primavera ritirata

 

Un serio allarme proviene dal ministero della salute. In accordo con il produttore, in data 19 giungo 2018 è stato disposto che acqua San Benedetto Fonte Primavera sia ritirata dal mercato per presenza di idrocarburi. Il campionamento, effettuato in data 11 giugno 2018, ha rilevato la presenza, all’interno delle bottigliette, di xilene, trimetilbenzene, toluene ed etilbenzene; sostanze catalogate come idrocarburi. Il richiamo dal mercato è stato immediato in quanto i rischi per la salute dei consumatori sono seri. Il ministero ha classificato la vicenda come “rischio chimico”.

La quantità di idrocarburi riscontrata, secondo quanto fa sapere il dicastero della salute, è consistente e tale da arrecare pericolo per i consumatori. In estate, con i climi caldi, l’utilizzo di acqua da parte dei consumatori aumenta esponenzialmente. Per lo stesso motivo i rischi di intossicazione sono maggiori, pertanto gli utenti sono invitati a prestare attenzione all’acquisto di acqua San Benedetto Fonte Primavera nei lotti contaminati in quanto è dimostrato che le sostanze inquinanti risultano essere potenzialmente cancerogene.

Nel dettaglio si tratta di acqua San Benedetto Fonte Primavera in bottiglie in pet da 0,5 litri (mezzo litro). I lotti considerati a rischio sono contraddistinti dal numero 23LB8137E. Il gruppo San Benedetto, attraverso il proprio sito fa sapere cheAcqua Minerale San Benedetto S.p.A. comunica di aver attivato la procedura di ritiro e richiamo di un lotto 23LB8137E di acqua minerale naturale a marchio “San Benedetto” – Fonte Primavera, sorgente in comune di Popoli (PE) nel formato da 0,5 L PET Naturale, imbottigliato presso lo stabilimento Gran Guizza.

Nel comunicato si aggiunge poi che le bottiglie a rischio sono state rinvenute presso un distributore automatico di bevande e, immediatamente, la ditta si è subito attivata per ritirare le bottiglie d’acqua incriminate che, peraltro, scadono il 16 novembre 2019. Nella nota si legge anche di  “non consumare i prodotti appartenenti al lotto sopraindicato e a restituirli al punto vendita”.

Viene poi precisato che il richiamo si riferisce solo ed esclusivamente all’acqua minerale Fonte Primavera ed imbottigliata presso lo stabilimento Gran Guizza di Popoli con il nome San Benedetto e limitatamente al lotto indicato.

Acqua San Benedetto Fonte primavera: i rischi per la salute

Naturalmente, un’intossicazione chimica è sempre dannosa per l’organismo. Nel caso specifico è la presenza di etilbenzene a destare maggiore preoccupazione. Tale composto chimico, infatti, è stato catalogato come “possibilmente cancerogeno per l’uomo” dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro.

Vista la stagione calda che espone a maggior consumo d’acqua minerale e considerato che lo specifico prodotto è estremamente diffuso in tutto il territorio nazionale la prudenza è d’obbligo. Il richiamo del prodotto, pur condotto seriamente, non garantisce la totale evacuazione delle bottiglie a rischio da tutti i punti vendita nazionali. Inoltre, alcune confezione potrebbero essere già state acquistate.

I consumatori e i rivenditori sono invitati a prestare attenzione al prodotto indicato in considerazione che con la salute dei consumatori la tutela e d’obbligo.